ricette facili

raccolta di ricette che ho provato


Info   chiedi e ti risponderò  
ricette facili ha compiuto 3 anni il 1° agosto.

ricette facili ha compiuto 3 anni il 1° agosto.

(Fonte: assets)

CIAMBELLA INCA-URKA
(dal manuale di Nonna Papera)"Siamo ansiosamente attesi dal sovrano degli Incas. Abbiamo giusto qui il suo invito. Come scritto come? Con il sistema di scrittura usato dagli Incas: una forma di scrittura con nodi di spago. Ci fosse stato Alessandro Magno…a ogni messaggio avrebbe risposto con un colpo di spada!"Che cosa occorre:gr 250 farina di semola; gr 130 zucchero; 3 uova; gr 100 burro; 1 bicchiere di  latte; mezza bustina di lievito; la buccia di un limone grattugiata.Come si procede:con un cucchiaio di legno, mescolate insieme il burro e lo zucchero, finché si amalgamano bene. Unite le uova uno alla volta, mescolando sempre, perché l’impasto sia omogeneo, poi la farina, la buccia di limone, il latte poco alla volta e il lievito. Versate l’impasto in un stampo col buco in mezzo, accuratamente unto, e cuocete in forno a 140°C per circa 50 minuti.
(via Bim Bum Beta: Ciambella Inca-Urka)
CIAMBELLA INCA-URKA

(dal manuale di Nonna Papera)
"Siamo ansiosamente attesi dal sovrano degli Incas. Abbiamo giusto qui il suo invito. Come scritto come? Con il sistema di scrittura usato dagli Incas: una forma di scrittura con nodi di spago. Ci fosse stato Alessandro Magno…a ogni messaggio avrebbe risposto con un colpo di spada!"

Che cosa occorre:
gr 250 farina di semola; gr 130 zucchero; 3 uova; gr 100 burro; 1 bicchiere di  latte; mezza bustina di lievito; la buccia di un limone grattugiata.

Come si procede:
con un cucchiaio di legno, mescolate insieme il burro e lo zucchero, finché si amalgamano bene. Unite le uova uno alla volta, mescolando sempre, perché l’impasto sia omogeneo, poi la farina, la buccia di limone, il latte poco alla volta e il lievito. Versate l’impasto in un stampo col buco in mezzo, accuratamente unto, e cuocete in forno a 140°C per circa 50 minuti.

(via Bim Bum Beta: Ciambella Inca-Urka)

ragazzemingenti ha detto:: Grazie a te ho ritrovato quel sapore proustiano della torta di una zia d'infanzia. Era la torta d'Achille. Non hai idea della gioia che mi hai regalato.

Sono contenta di aver riportato in vita un ricordo d’infanzia. Il ricettario di Nonna Papera io l’ho recuperato su ebay, prova anche tu, magari lo trovi.

Perché diciamo “scendere” in politica? La politica sta in basso?

Rebloggato da ridopoco
ridopoco:

this blog is on vacation.

ridopoco:

this blog is on vacation.




TORTA D’ARANCIA (dal Manuale di Nonna Papera)
Che cosa occorre: gr 200 burro, gr 150 zucchero, gr 200 farina, gr 100 fecola, una bustina di zucchero vanigliato, 4 uova, scorza grattugiata di una arancia e mezzo limone, una presa di sale, tre cucchiaini di lievito, un cucchiaio di succo d’arancia.
Come si procede: setacciate insieme farina, fecola e lievito. Lavorate a crema il burro e lo zucchero e aggiungete gradatamente tutti gli altri ingredienti, lasciando per ultimo il succo d’arancia. Imburrate uno stampo a ciambella e cuocete a fiamma bassa per circa 45 minuti.
Due note: ho usato tutto il succo dell’arancia perché l’impasto mi sembrava un po’ troppo asciutto, in questo modo è riuscita molto bene; tre cucchiaini di lievito equivalgono a mezza bustina.

TORTA D’ARANCIA (dal Manuale di Nonna Papera)

Che cosa occorre: gr 200 burro, gr 150 zucchero, gr 200 farina, gr 100 fecola, una bustina di zucchero vanigliato, 4 uova, scorza grattugiata di una arancia e mezzo limone, una presa di sale, tre cucchiaini di lievito, un cucchiaio di succo d’arancia.

Come si procede: setacciate insieme farina, fecola e lievito. Lavorate a crema il burro e lo zucchero e aggiungete gradatamente tutti gli altri ingredienti, lasciando per ultimo il succo d’arancia. Imburrate uno stampo a ciambella e cuocete a fiamma bassa per circa 45 minuti.

Due note: ho usato tutto il succo dell’arancia perché l’impasto mi sembrava un po’ troppo asciutto, in questo modo è riuscita molto bene; tre cucchiaini di lievito equivalgono a mezza bustina.

IL CIAMBELLONE DI ACHILLE (dal manuale di Nonna Papera)
Veramente di quel caratterino d’un Achille è più noto il tallone. Ma di proposito, desideriamo mettere in rilievo il ciambellone: per amore della rima e della ricetta. Se non sapete la storia del tallone, ve la diciamo noi in quattro parole: Achille, figlio di Teti, era stato immerso nella acque dello Stige affinchè diventasse invulnerabile. Mamma Teti, che la sapeva lunga in fatto d’immortalità essendo una dea, immergendo il neonato Achille nel fiume lo tenne per un tallone… e per quel tallone vulnerabile l’invulnerabile Achille ci lasciò la pellaccia. Viva Ettore!
Che cosa occorre: 300 gr di farina bianca; 200 gr di zucchero; 100 gr di burro; 1 bustina di lievito; 1 limone; 2 uova; un pizzico di sale; qualche cucchiaio di latte.
Come si procede: disponete a fontana sulla spianatoia (o in alternativa in una grande zuppiera) farina, zucchero, sale, lievito e la buccia grattugiata d’un limone. Il tutto mescolato e setacciato. Aggiungete le uova ed il burro ammorbidito. Impastate. Se vedete che l’impasto risulta troppo duro, ammorbiditelo con poco latte. Ungete di burro uno stampo per ciambelle (cioè col buco in mezzo) sistemate bene la pasta e mettete a cuocere in forno già caldo per 40 minuti circa. Se li avete sottomano, sistemate sopra la ciambella qualche filetto di mandorla, qualche ciliegia candita o qualche pezzetto di cedro.
(via Bim Bum Beta: Il Ciambellone di Achille)

IL CIAMBELLONE DI ACHILLE (dal manuale di Nonna Papera)

Veramente di quel caratterino d’un Achille è più noto il tallone. Ma di proposito, desideriamo mettere in rilievo il ciambellone: per amore della rima e della ricetta. Se non sapete la storia del tallone, ve la diciamo noi in quattro parole: Achille, figlio di Teti, era stato immerso nella acque dello Stige affinchè diventasse invulnerabile. Mamma Teti, che la sapeva lunga in fatto d’immortalità essendo una dea, immergendo il neonato Achille nel fiume lo tenne per un tallone… e per quel tallone vulnerabile l’invulnerabile Achille ci lasciò la pellaccia. Viva Ettore!

Che cosa occorre: 300 gr di farina bianca; 200 gr di zucchero; 100 gr di burro; 1 bustina di lievito; 1 limone; 2 uova; un pizzico di sale; qualche cucchiaio di latte.

Come si procede: disponete a fontana sulla spianatoia (o in alternativa in una grande zuppiera) farina, zucchero, sale, lievito e la buccia grattugiata d’un limone. Il tutto mescolato e setacciato. Aggiungete le uova ed il burro ammorbidito. Impastate. Se vedete che l’impasto risulta troppo duro, ammorbiditelo con poco latte. Ungete di burro uno stampo per ciambelle (cioè col buco in mezzo) sistemate bene la pasta e mettete a cuocere in forno già caldo per 40 minuti circa. Se li avete sottomano, sistemate sopra la ciambella qualche filetto di mandorla, qualche ciliegia candita o qualche pezzetto di cedro.

(via Bim Bum Beta: Il Ciambellone di Achille)

Ingredienti per 8 persone: 250 gr farina, 3 uova, 250 gr ricotta, 200 gr zucchero, 1 bustina lievito per dolci. Preparazione: in una terrina sbattete le uova con lo zucchero, deve diventare un composto spumoso, aggiungete la ricotta e poi la farina setacciandola in modo che non si formino dei grumi, e per ultimo aggiungete il lievito. Infornate a 200 gradi per una trentina di minuti. Volendo potete spolverare la superficie con lo zucchero a velo. (via Torta alla Ricotta | Ricetta | D - La Repubblica)

Ingredienti per 8 persone: 250 gr farina, 3 uova, 250 gr ricotta, 200 gr zucchero, 1 bustina lievito per dolci. Preparazione: in una terrina sbattete le uova con lo zucchero, deve diventare un composto spumoso, aggiungete la ricotta e poi la farina setacciandola in modo che non si formino dei grumi, e per ultimo aggiungete il lievito. Infornate a 200 gradi per una trentina di minuti. Volendo potete spolverare la superficie con lo zucchero a velo. (via Torta alla Ricotta | Ricetta | D - La Repubblica)

Ingredienti:un cavolfiore2 cucchiai di succo di limone filtrato3 cucchiai di olio di oliva extra vergine (possono essere ridotti fino ad uno a piacere, ma non eliminati del tutto; riducendoli è necessario ridurre leggermente la quantità di limone)mezzo cucchiaino di zucchero di cannamezzo cucchiaino di polvere di currysale 
Mondare il cavolfiore dalle parti più grosse e suddividerlo in alberelli medio-piccoli, come da figura.In una ciotola mescolare il succo di limone filtrato e l’olio di oliva. Aggiungere la polvere di curry e lo zucchero. Mescolare fino ad amalgamare gli ingredienti.*Prendere uno a uno i frammenti di cavolfiore e, tenendoli dalla parte del gambo, intingerli nella salsa appena amalgamata. Di seguito disporre i cavolfiori in una ciotola capiente e lasciare riposare per qualche minuto. Sul fondo della ciotola si raccoglierà una parte della mistura di spezie. Mescolare i cavolfiori in modo che tornino ad intridersi. Lasciar marinare per una ventina di minuti.Preriscaldare il forno a 200°C, massimo 220°C. Disporre il cavolfiore in una pirofila, aggiungere una presa di sale. Cuocere scoperto per 20-25 minuti, eventualmente prolungando la cottura nel caso fossero troppo al dente per il vostro gusto.
 (via ComidaDeMama: Cavolfiore arrosto al curry e limone.)

Ingredienti:
un cavolfiore
2 cucchiai di succo di limone filtrato
3 cucchiai di olio di oliva extra vergine (possono essere ridotti fino ad uno a piacere, ma non eliminati del tutto; riducendoli è necessario ridurre leggermente la quantità di limone)
mezzo cucchiaino di zucchero di canna
mezzo cucchiaino di polvere di curry
sale

Mondare il cavolfiore dalle parti più grosse e suddividerlo in alberelli medio-piccoli, come da figura.
In una ciotola mescolare il succo di limone filtrato e l’olio di oliva. Aggiungere la polvere di curry e lo zucchero. Mescolare fino ad amalgamare gli ingredienti.*
Prendere uno a uno i frammenti di cavolfiore e, tenendoli dalla parte del gambo, intingerli nella salsa appena amalgamata. Di seguito disporre i cavolfiori in una ciotola capiente e lasciare riposare per qualche minuto. 
Sul fondo della ciotola si raccoglierà una parte della mistura di spezie. 
Mescolare i cavolfiori in modo che tornino ad intridersi. Lasciar marinare per una ventina di minuti.
Preriscaldare il forno a 200°C, massimo 220°C. Disporre il cavolfiore in una pirofila, aggiungere una presa di sale. Cuocere scoperto per 20-25 minuti, eventualmente prolungando la cottura nel caso fossero troppo al dente per il vostro gusto.

 (via ComidaDeMama: Cavolfiore arrosto al curry e limone.)

Gâteau Choco-Coco - 75 g farina di cocco - 200 g zucchero - 100 g burro morbido - 125 g fromage blanc o yogurt bianco - 4 uova - 150 g farina - 2 cucchiaini di lievito in polvere - 4 cucchiai di cacao amaro diluiti in 4 cucchiai di acqua calda - Preriscaldare il forno a 180°C. Foderare con carta forno una tortiera rotonda del diametro di 25 cm. Foderare con carta forno una teglia e spargervi sopra la farina di cocco. Mettere in forno per 8 minuti o finché saranno dorati, mescolando a metà cottura. Togliere dal forno e mettere da parte. In una terrina grande o nel mixer mescolare il burro e lo zucchero finché saranno cremosi. Aggiungere il fromage blanc (o lo yogurt) e le uova, una alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Aggiungere il cacao e mescolare ancora. In una terrina media mescolare la farina setacciata con il lievito e il cocco. Aggiungere la miscela all’impasto e mescolare per amalgamare il tutto. Versare l’impasto nella tortiera, livellare la superficie col cucchiaio e cuocere in forno per 30 minuti, o finché inserendo un coltello nel dolce vi rimangono poche briciole attaccate. Non cuocere troppo altrimenti non resta morbida all’interno. Lasciar riposare per qualche minuto, poi mettere su una gratella a raffreddare. (via Coconut Chocolate Cake | Chocolate & Zucchini)

Gâteau Choco-Coco - 75 g farina di cocco - 200 g zucchero - 100 g burro morbido - 125 g fromage blanc o yogurt bianco - 4 uova - 150 g farina - 2 cucchiaini di lievito in polvere - 4 cucchiai di cacao amaro diluiti in 4 cucchiai di acqua calda - Preriscaldare il forno a 180°C. Foderare con carta forno una tortiera rotonda del diametro di 25 cm. Foderare con carta forno una teglia e spargervi sopra la farina di cocco. Mettere in forno per 8 minuti o finché saranno dorati, mescolando a metà cottura. Togliere dal forno e mettere da parte. In una terrina grande o nel mixer mescolare il burro e lo zucchero finché saranno cremosi. Aggiungere il fromage blanc (o lo yogurt) e le uova, una alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Aggiungere il cacao e mescolare ancora. In una terrina media mescolare la farina setacciata con il lievito e il cocco. Aggiungere la miscela all’impasto e mescolare per amalgamare il tutto. Versare l’impasto nella tortiera, livellare la superficie col cucchiaio e cuocere in forno per 30 minuti, o finché inserendo un coltello nel dolce vi rimangono poche briciole attaccate. Non cuocere troppo altrimenti non resta morbida all’interno. Lasciar riposare per qualche minuto, poi mettere su una gratella a raffreddare. (via Coconut Chocolate Cake | Chocolate & Zucchini)